Le unghie respirano?

ACCUSATA DI DIRE IL FALSO. LA VERITA’ E’ CHE … LE UNGHIE NON RESPIRANO!

Se almeno una volta nella vita hai detto: “Devo far respirare l’unghia”, continua a leggere e capirai perché hai sempre detto una falsità.

 

Tranquilla non sono diventata un avvocato dell’accusa e non voglio incolparti di nulla! ;-)

 

Voglio solo raccontarti una GRANDE VERITÀ.

 

Tutto nasce perché si tratta di un argomento di cui parlo spesso con le mie clienti: probabilmente te l’ho già spiegato, ma questo non vuol dire che non devi leggerlo, perché sicuramente ci sono cose che non ti ho detto. 😊

Poi è importante perché, purtroppo, ci sono molte estetiste e onicotecniche che sono le prime a dire “il falso”, quindi attenzione a chi ti affidi e a cosa ti dice!

 

Veniamo al sodo:

le unghie NON RESPIRARNO, ma si NUTRONO!

 

Ci tengo a precisare che l’unghia appare di un colore ROSATO perché al di sotto di essa, nei vasi sanguigni, scorre il sangue.

La prima fonte di nutrimento per l’unghia, infatti, è proprio il sangue: è da lui che raccoglie il 100% del sostentamento!

 

Ma a noi interessa la parte di unghia che andiamo ad abbellire con smalto semipermanente o ricostruzione che, come già detto nell’articolo: ”Sei proprio sicura di sapere tutto ma proprio tutto sulle unghie?” si chiama Lamina Ungueale ed è composta da più strati di cellule di cheratina ( = proteina molto resistente e ricca di zolfo) insieme a:

- Acqua (presente in quantità variabile in base all’ambiente, se è secco o umido)

- Minerali

- Vitamine

- Amminoacidi

- Grassi

 

Prima di continuare la spiegazione, voglio SMENTIRE una cosa: è da quando siamo nate che tutti (mamma, nonna, zia, etc.) ci continuano a dire che per rendere dure le unghie bisogna aumentare il calcio contenuto al loro interno.

Peccato che, però, nelle unghie questo elemento sia quasi assente!

Altra cosa importantissima che ho già sottolineato in un altro articolo, è che anche l’alimentazione ha la sua influenza; le prime lesioni, infatti, possono essere causate proprio da diete scorrette, anemie, etc.

 

Ma torniamo a noi.

Sappi che, se già viene a mancare solo uno degli elementi sopra elencati, le tue unghie non saranno più forti e sane, di conseguenza, quando andrai ad applicare un semplice smalto semipermanente, o si sbeccherà facilmente o, dopo poche applicazioni, “salterà” perché, detto brutalmente, “non terrà più”.

Questo NON vuol dire che l’unghia non respira a causa dello smalto semipermanente o della ricostruzione, ma che, già prima di applicarvi qualsiasi semipermanente o ricostruzione, è CARENTE DI NUTRIMENTO!

 

Quando poi accade quello che ti ho appena descritto, si dice che bisogna “FARE LA PAUSA PER FAR RESPIRARE L’UNGHIA”.

Mmmmmm qua non sono d’accordo.

 

Te lo spiego meglio facendo delle distinzioni:

 

UNGHIA SANA -> in questo caso, lo smalto semipermanente o la ricostruzione NON avrà mai bisogno di “pause”, perché l’unghia riceve dall’interno (dal sangue) tutti i nutrienti in percentuale corretta.

 

UNGHIA DEBOLE -> questo tipo di unghia, molto spesso, non si fa riconoscere da subito.

Al tatto è dura e non si sfalda, ma, nel momento in cui applichiamo uno smalto semipermanente, già dopo poche volte, si sbecca facilmente o addirittura si stacca completamente.

Cosa vuol dire?

Significa che l’unghia non riceve dal sangue la giusta percentuale di nutrienti, oppure che l’unghia è stata per anni “traumatizzata” (es: mangiarsi le unghie, manicure troppo aggressive, preparazione dell’unghia naturale o rimozioni di semipermanenti o ricostruzioni eseguite in modo non idoneo, utilizzo di detersivi e detergenti per la casa senza guanti, etc.).

In questo caso serve il tuo aiuto dall’esterno grazie, in primo luogo, ad un’alimentazione sana ed adeguata: questa ti farà ingerire i giusti cibi/nutrienti che, una volta trasformati, verranno portati dal flusso sanguigno fino all’unghia perché (come detto in precedenza) è il sangue la prima fonte di nutrimento.

In secondo luogo, possiamo aiutare l’unghia anche con prodotti (es. integratori) o trattamenti più specifici fino a che non sarà pronta.

Per questo motivo, noi di Beauty Talk!, abbiamo ideato la nostra Crema Unghie Deboli, che va a nutrire l’unghia e a rinforzarla.

Questa, però, da sola non basta: ci vuole costanza, anche nei Trattamenti!

Se vuoi saperne di più, leggi del nostro Metodo Elegance o passa in negozio a chiedere maggiori informazioni.

Vuoi avere anche il parere di clienti che l’hanno già provato? Clicca qui.

 

UNGHIA FRAGILE/SFALDATA -> qui, assolutamente, MAI applicare un semipermanente o una ricostruzione, perché l’unghia è carente, per la stragrande maggioranza, di nutrienti.

Partiamo subito con il nostro aiuto esterno, sempre grazie ad un’alimentazione sana ed adeguata, che ti farà ingerire i giusti cibi/nutrienti e li porterà poi, tramite il sangue, all’unghia, ma anche grazie a prodotti (es: integratori) o trattamenti più specifici, che porteranno ad un miglioramento dell’unghia.

Anche in questo caso, per dare nutrimento alle tue unghie ed averle finalmente robuste, noi di Beauty Talk! ti consigliamo di seguire il nostro Metodo Elegance.

 

Nei casi di unghia Debole o Fragile/Sfaldata, devi tenere conto che ci vuole tempo per ridarle il giusto nutrimento: per alcune persone ci vogliono settimane, per altre mesi o addirittura anni.

Ciò che è fondamentale, però, è che ci deve essere un continuo aiuto esterno!

 

Per terminare voglio scriverti alcune nozioni.

Come sai, faccio molti corsi e mi documento.

Ho deciso quindi di lasciarti queste parole, tratte dal libro dell’illustre scienziato di fama Internazionale e famosissimo nel settore Nail, DOUG SCHOON, riguardo a questo argomento,

 

1. Le unghie hanno bisogno di respirare?

    No, non è vero! Le unghie non sono vive e non hanno i polmoni e non hanno nemmeno l’abilità di assorbire l’aria nelle loro

    cellule. Il 100% dell’ossigeno di cui ha bisogno la matrice per creare la nuova lamina ungueale, viene dal flusso sanguigno e 0%

    dal mondo esterno.

 

2. Le unghie hanno bisogno di una pausa dai trattamenti di semipermanente o ricostruzione?

    Non c’è alcun beneficio nel togliere smalto semipermanente o ricostruzione da un’unghia sana, per poche settimane o pochi

    mesi, dal momento che le unghie non respirano. Non ha nemmeno senso pensare che le unghie debbano respirare solo una

    volta ogni tanto. Questo ragionamento, non è supportato dai fatti.

    Come regola generale, l’estetista o l’onicotecnica, deve lavorare SOLO su un’unghia naturale e i tessuti circostanti SANI che 

    NON abbiano segni di danneggiamento, ferite, infezioni o segni di reazione allergica. In tal caso NON DEVE ESSERE effettuato

    nessun  servizio.

 

3. I rivestimenti (smalto semipermanente o ricostruzione) fanno male alle unghie?

    Non è assolutamente corretto! I rivestimenti non danneggiano la lamina ungueale.

    OGNI DANNO, dell’unghia, è il risultato di una preparazione, applicazione e rimozione SBAGLIATA del prodotto.

    Purtroppo questo accade in molti saloni.

    Dipende tutto dalla preparazione dell’estetista o dell’onicotecnica.

 

Anche l’estetista o l’onicotecnica deve avere piena padronanza sull’anatomia, struttura, problematiche dell’unghia naturale e sui prodotti e strumenti che utilizza etc. per saper fare un ottimo lavoro.

 

“Gli artisti migliori conoscono la loro pittura e le loro tele, proprio come gli scultori conoscono i loro scalpelli e le loro pietre e come un falegname potrebbe dirti tutte le complessità del legno.” -Doug Schoon-

 

È per questo che, per me, è tanto importante il continuo aggiornamento: per darti sempre il meglio!

 

Vuoi conoscere anche tu le tue unghie?

Fissa il tuo Beauty Manicure!

 

Chiama o scrivi al 3442657428 (anche WhatsApp).

Oppure passa a trovarci: siamo a Rivolta d’Adda (CR) in Via M. Cereda ang. Via Pozzo, 2.

 

Ti aspettiamo!

 

Barbara

La Specialista di Mani e Piedi